LICEO DELLE SCIENZE APPLICATE

L’indirizzo “scienze applicate” del liceo scientifico si rivolge a studenti che intendono acquisire competenze particolarmente avanzate e specialistiche nelle materie afferenti alla cultura scientifico-tecnologica, con particolare riferimento alle scienze matematiche, fisiche, chimiche, biologiche, all’informatica e alle loro applicazioni.

La principale differenza rispetto al liceo scientifico tradizionale è l’assenza del latino, compensata dal un potenziamento delle ore dedicate alle materie scientifiche (in particolare chimica, biologia ed informatica), che consente tra l’altro di intensificare le attività laboratoriali e di approfondire la discussione su tematiche di interesse “sociale” (solo per fare qualche esempio, possiamo citare il dibattito sull’uso terapeutico di cellule staminali, o sull’impiego di OGM, o ancora sull’energia nucleare). L’insegnamento della filosofia nel triennio permette comunque un solido approccio teorico allo studio delle discipline scientifiche, così come una discussione sugli aspetti etici dell’innovazione scientifico-tecnologica.

La scelta di tale indirizzo di studi è pertanto consigliata a quelle ragazze e a quei ragazzi che - pur appassionati di matematica, informatica e scienze sperimentali - non vogliono comunque rinunciare ad una cultura “umanistica”, così da diventare da adulti medici, ingegneri, biotecnologi capaci di inquadrare un problema in una prospettiva non solo tecnologica; ma anche magistrati o avvocati capaci di comprendere il valore di un test del DNA.

 

 Piano degli Studi del Liceo Scientifico opzione Scienze Applicate